Vendere monete rare

Ciao, in questa pagina ti racconto come faccio a vendere le mie montere, siano esse rare, doppie o tra le più comuni. A scanso di equivoci: non c’è un modo migliore degli altri, si tratta il più delle volte di capire dove è più semplice trovare altre persone con la stessa passione della numismatica.  Spero inoltre che questi consigli ti permettano di non commettere gli stessi sbagli che ho commesso io in passato!

Un consiglio: io mi trovo bene con Catawiki, hanno delle commissioni un po’ alte ma di converso hanno tra i loro utenti numerosissimi appassionati di numismatica e filatelia.

Spesso noi collezionisti e appassionati decidiamo che è il momento di vendere alcuni tra i propri pezzi, sia per fare un po’ di spazio e ordine nella propria collezione di monete sia perché si vuole monetizzare – fare cassa – in previsione di qualche acquisto di valore. Su quest’ultimo punto però meglio evitare chissà quali sogni di gloria: difficilmente ci si arricchisce collezionando monete rare: io lo faccio innanzitutto per piacere, non certo per un tornaconto economico. Inoltre, a meno che non disponiate di capitale quando la vostra collezione avrà un valore economico interessante avrete faticato così tanto per metterla insieme che difficilmente vi verrà voglia di venderla!

Vuoi vendere le tue monete, quindi? Bene, segui questi consigli e vedrai che eviterai brutte sorprese.

Come vendere le tue monete euro rare

  1. Decidi cosa vuoi vendere

Il primo passo è quello di  decidere le monete che vuoi vendere, se si tratta di una intera serie, addirittura una collezione oppure qualche moneta singola che ti è capitata tra le mani per… caso! Credo che vendere monete singole abbia senso soprattutto se possiedi pezzi con una valutazione importante, in caso contrario il rischio è quello impegnarsi in tutti i passi di una vendita per una cifra modesta. Credo sia abbastanza ovvio, ma le serie e le collezioni nel loro insieme vi permettono di avere una valutazione molto maggiore della somma del valore di ciascuna singola moneta.

  1. Informati sulle tue monete

Questo, secondo me, è il passo decisivo. Devi cercare di conoscere al meglio le tue monete euro rare delle tue collezione. Voglio essere sincero, come sempre: qui eviti i problemi se hai studiato – se studi – e se sei consapevole di quello che hai tra le mani. Devi avere quindi la certezza sul valore delle monete che possiedi, per farlo puoi farle valutare da periti numismatici. Sicuramente la valutazione è il modo più ortodosso per acquisire consapevolezza sul valore economico delle proprie monete, della propria serie o collezione.

Generalmente il valore che ottiene dalla valutazione – detto appunto valore nominale –  è maggiore del valore di mercato che si può ricevere dalla vendita

Dove informarsi? Sicuramente internet è il posto che può fare per te: ci sono forum di settore sia italiani sia internazionali, inoltre i negozi di numismatica e i periti filatelici della tua città possono – e saranno – davvero di grande aiuto! Non dimenticare il punto fondamentale qui: la consapevolezza di ciò che hai, la conoscenza, ti farà stare lontano dalle fregature e ti farà ottenere di più dalla vendita (o, per converso, ti eviterà di prendere di meno!).

  1. Dove vendere le tue monete

I posti migliori nei quali vendere le proprie monete rare, 2 euro rari per esempio, si dividono tra ciò che potete trovare su internet (Ebay, i già citati siti d’asta, i forum di appassionati: internet come sapete vi permette di collegarvi – connettervi – con altri appassionati dello stesso argomento)!

Ricordati che il primo passo, cioè prima di vendere le tue monete, è essere sicuri che tutto sia a posto! Conosci le monete che vuoi vendere? Sai qual è il loro valore?

Una volta accertato che su quello sei a posto puoi decidere dove vendere. Tra i tanti posti io preferisco i siti d’asta, perché mi mettono in contatto con altri appassionati di numismatica, di collezionismo. Uso da anni Catawiki e non posso che parlarne bene: ho venduto a prezzi soddisfacenti, ma certamente nessuno ti regala nulla. Sicuramente eviti le fregature perché hanno degli esperti che valutano le monete.

Se ti sei convinto registrati gratis a questo indirizzo, non ti costa niente. Gratuito!

Dare alle case d’asta la vendita delle proprie monete, della collezione o della serie,  potrebbe essere una mossa azzeccata, ancora di più in presenza di una collezione di monete rare di una certa numerosità o se si è poco esperti del settore.

Vi consiglio le aste di Catawiki quindi se avete una collezione e soprattutto con monete rare con un minimo di valore. Ora leggete con attenzione questo: Catawiki ha commissioni che arrivano al 30-35% della vendita, con i pagamento che possono avvenire da tre mesi a sei mesi dopo.

Sicuramente vi risparmia un sacco di fatica e sbattimenti!